Cataratta con laser

L’intervento per la rimozione della cataratta con il laser rappresenta ad oggi una delle pratiche ambulatoriali più comuni, con risultati ottimali: il 95% dei pazienti trattati recupera appieno lo standard visivo precedente la cataratta, arrivando in alcuni casi persino a migliorare la visione. Pur trattandosi di un’operazione molto eseguita, l’intervento con laser per la rimozione della cataratta deve essere attuato da chirurghi esperti e con grande pratica, anche in considerazione dell’importanza e delicatezza dell’organo trattato. Per intervento di cataratta con laser in Lombardia, puoi rivolgerti all’ambulatorio oculistico del Centro Medico Solivo di Casatenovo, in provincia di Lecco.

Cataratta con laser: differenza

Il cristallino, ovvero la lente biconvessa e trasparente che, insieme alla cornea, consente di mettere a fuoco i raggi luminosi sulla retina, nel tempo può opacizzarsi per il normale invecchiamento e diventare cataratta, una condizione che colpisce circa metà della popolazione di età superiore ai 65 anni e addirittura il 90% delle persone sopra i 75. Nonostante la diffusione della cataratta, e la frequenza degli interventi per rimuoverla, c’è ancora molta confusione sulle modalità con cui l’operazione si svolge. Quello che differenzia l’intervento di cataratta con il laser da quello di chirurgia non è sempre chiaro. È prima di tutto necessario conoscere le fasi di un intervento per cataratta per capire in che momento il laser entra in gioco.

L’intervento di cataratta è preceduto dalla somministrazione di collirio per la dilatazione della pupilla e successivamente dall’anestesia topica. Le fasi principali dell’operazione sono le seguenti:

  1. La frammentazione del cristallino opaco
    Nella operazione classica di microchirurgia della cataratta – la più eseguita nel mondo – questa fase viene attuata con la tecnica della facoemulsificazione. Questa metodica consiste nell’aspirazione del nucleo del cristallino grazie a una sonda a ultrasuoni. Si effettua una piccola incisione attraverso la quale la sonda – vibrando a frequenze ultrasoniche – frammenta il cristallino; dopodiché una seconda sonda ne aspirerà i frammenti creando lo spazio per la lente artificiale. È in questa fase che il laser a Femtosecondi o Femtolaser si propone come valida alternativa: gli impulsi di raggi infrarossi di pochi microsecondi e di altissima frequenza (durata nell’ordine del milionesimo di miliardesimo di secondo) svolgono il compito di frammentare il cristallino opaco. Si tratta di una procedura robotizzata di grande precisione che il chirurgo presiede e controlla da un monitor. Il taglio del cristallino risulta estremamente preciso e simmetrico. Bisogna tuttavia chiarire che gli ultrasuoni sono indispensabili per concludere la frammentazione e l’asportazione del cristallino, che è quindi chirurgica.
  2. Inserimento del cristallino artificiale
    Il cristallino opaco è stato dunque rimosso: al suo posto resta solo la sua parte posteriore – ormai completamente privata delle opacità – chiamata “capsula posteriore”. La capsula viene lasciata intatta nell’occhio, nella sua sede naturale, perché è proprio su di essa che verrà appoggiato il cristallino artificiale come all’interno di una sacca, In questo modo il nuovo cristallino si troverà pressoché nella stessa posizione di quello naturale. Al termine dell’operazione, grazie a fili da sutura sottilissimi, l’incisione iniziale viene suturata.

Il Laser a Femtosecondi o Femtolaser costituisce una valida alternativa alla classica microchirurgia nella prima fase dell’intervento di rimozione della cataratta, rendendo precisi e automatizzati alcuni passaggi dell’intervento. Tuttavia è importante eliminare la convinzione che la cataratta con laser sia radicalmente differente dalla classica operazione di rimozione: resterà sempre una parte chirurgica e manuale, motivo per cui è importante rivolgersi ad un professionista.

 

Vantaggi intervento cataratta con laser

Il laser a Femtosecondi rende estremamente precisa una fase dell’intervento dove i chirurghi meno esperti possono trovare difficoltà. Le cataratte più difficili, quelle più opache (cataratta bianca), non consentono l’utilizzo del laser. Tuttavia, si possono comunque riconoscere a questa tecnologia una serie di aspetti di forza:

  • Precisione e la grandezza infinitesimale delle incisioni sulla cornea;

  • Durata breve dell’intervento (circa 20 minuti);

  • Correzione contestuale di un astigmatismo preesistente.

Sarà l’oculista a valutare la tecnica operatoria più adatta: l’anamnesi del paziente e esami specifici consentiranno la scelta più appropriata.

Cataratta con laser Lombardia

Per interventi di rimozione cataratta in Lombardia è possibile rivolgersi al Centro Medico Solivo di Casatenovo, in provincia di Lecco. Il chirurgo è disponibile per effettuare accurate visite oculistiche e proporre le tecniche più idonee alla risoluzione di diverse problematiche della vista. In particolare per la cataratta, ad oggi uno degli interventi chirurgici ambulatoriali più frequenti, durante il quale si effettua la rimozione del cristallino opacizzato e la sua sostituzione con una lente artificiale intraoculare (IOL).

Le tecniche più evolute vedono l’integrazione della tecnica della facoemulsificazione con l’uso di laser a Femtosecondi o Femtolaser. Prendi appuntamento per risolvere le problematiche legate alla presenza di cataratta, miopia, astigmatismo e ipermetropia presso il Centro Solivo, comodamente raggiungibile dalle province di Lecco, Como, Varese, Monza e Brianza, Bergamo, Milano, Sondrio e Brescia. Il Centro si avvale di specialisti in grado di garantire visite eccellenti a livello diagnostico e terapeutico, aiutati da macchinari, tecniche e trattamenti innovativi.

 

Il Dr Serini effettua visite presso i seguenti centri medici:

CENTRO MEDICO POLISPECIALISTICO SOLIVO
Via Camillo Benso Conte di Cavour, 12 – 23880 Casatenovo (LC) – 1° piano sopra Deutsche Bank, entrata laterale – Tel. 039 9202664 – Cell. 335 405239

CENTRO SALUTE PIANTEDO
Via Colico, 43/A – 23010 Piantedo (SO) – Tel. 0342682132

CENTRO MEDICO POLISPECIALISTICO E RIABILITATIVO SAN NICOLò
C.so Mazzini, 43 – 17011 Albisola Superiore (SV) – Tel. 019489815 – Cell. 331 5028055