urologia

Uomo, non trascurare la tua salute!

Prevenire è meglio che curare!

La prevenzione è l’arma migliore a disposizione dei pazienti che vogliano evitare patologie gravi: la diagnosi giusta effettuata in tempo permette di curare meglio e prima.

Purtroppo gli uomini, rispetto alle donne, non sono mediamente così attenti alla loro salute, nonostante alcune patologie li riguardino molto da vicino: il tumore alla vescica, ad esempio, colpisce gli uomini 3 volte in più rispetto alle donne.

In ogni fase della vita è utile effettuare dei controlli mirati:

  • Età PEDIATRICA 12-13: vanno controllati eventuali problemi dello sviluppo o malformazioni negli organi genitali;

  • Età PUBERALE: dopo i tredici anni ha inizio lo sviluppo e una visita con l’urologo è consigliata per affrontare i temi del cambiamento coroporeo e della sessualità, si comincia già a controllare che non ci siano patologie come il varicocele;

  • ADOLESCENZA: un momento in cui il giovane deve imparare a conoscere il proprio corpo, è utile una visita affinchè apprenda un gesto semplice quanto utilissimo per prevenire i disturbi dell’apparato genitale: la palpazione dei testicoli permette di individuare con anticipo noduli tumorali o alterazioni;

  • UNDER 25: tra le malattie che coinvolgono maggiormente gli uomini piu giovani si trovano il varicocele (dilatazione delle vene dello scroto, spesso non dà sintomi finchè non provoca dolore localizzato e infertilità); MST Malattie Sessualmente Trasmissibili ( Aids, Epatite Virale B, Candida, Trichomoniasi, Chlamydia, Gonorrea, Sifilide)

  • 25 – 55 anni: ritroviamo le MST, impotenza o disfunzione erettile (un problema che colpisce 3 milioni di italiani, di cui solo il 30% si rivolge a uno specialista, quando una diagnosi tempestiva potrebbe aiutare il paziente), infertilità (quando non avviene il concepimento dopo 12 mesi di rapporti regolari non protetti, anche in questo caso è importante rivolgersi a uno specialista per individuare la terapia migliore), ipertrofia prostatica (malattia benigna della prostata che con l’età aumenta di volume, si manifesta con difficoltà a iniziare la minzione, bruciore durante la minzione, aumentata frequenza, anche notturna. La diagnosi precoce permette di mantenere sotto controllo la patologia), tumore al testicolo (il tumore più diffuso tra gli uomini sotto i 50 anni, si manifesta con rigonfiamento del testicolo, perdita di volume, sensazione di pesantezza e/o improvvisa formazione di liquido nello scroto, dolore sordo nella parte inferiore dell’addome o all’inguine, dolore o senso di disagio al testicolo, sangue nelle urine – importantissima per una diagnosi precoce l’autopalpazione del testicolo sin dalla pubertà)

  • OVER 55: impotenza o disfunzione erettile, ipertrofia prostatica, prostatite (infiammazione della prostata che colpisce 1 uomo su 4 dopo i 65 anni, i sintomi sono difficoltà a iniziare la minzione, bruciore durante la minzione, aumentata frequenza, anche notturna), tumore della prostata (non manifesta sintomi specifici, ma sintomi di altre malattie non correalte al tumore, imporante in caso di dubbio rivolgersi al medico, chiscopre il tumore nella fase iniziale ha infatti una sopravvivenza superiore al 90%), tumore della vescica (pirmo fattore di rischio è il fumo e il segnale principale è la presenza di sangue nelle urine – non per forza visibili a occhio nudo e anche senza provare dolore)

 

DA EVITARE a tutte le età l’alcool e il fumo, controllare il peso e svolgere attività fisica.

MA SOPRATTUTTO non avere timore di rivolgersi all’urologo.