Fisioterapia e Massoterapia

Muoversi senza più dolore

La Fisioterapia fa parte della medicina riabilitativa: si occupa infatti di prevenzione, cura e riabilitazione dei pazienti affetti da patologie in ambito muscolo-scheletrico, neurologico e viscerale.

Il fisioterapista interviene con trattamenti differenziati:

  • Terapia fisica
  • Terapia manuale/manipolativa
  • Massoterapia
  • Kinesiterapia (terapia del movimento)
  • Rieducazione posturale
  • Riabilitazione post-chirurgica e post-traumatica

Il fisioterapista svolge la propria attività a favore di tutte le persone senza limiti di età e può farlo in autonomia o in collaborazione con altre figure sanitarie, come l’ortopedico.

La massoterapia è una tecnica di massaggio (decontratturante, connettivale, miofasciale) utilizzata dal fisioterapista e praticata sui tessuti molli. Gli effetti terapeutici del massaggio si riscontrano sui tessuti cutanei, la circolazione ematica e linfatica, i tessuti muscolari e il sistema nervoso. In campo sportivo il massaggio ha particolari effetti benefici: riduce le tensioni muscolari, stimola la microcircolazione e accelera la rimozione dell’acido lattico e delle scorie metaboliche, decongestiona i tessuti e ne favorisce il rilassamento.

Le prestazioni di fisioterapia si svolgono anche a domicilio.

Tecarterapia

Tecarterapia

La Tecarterapia (Trasferimento Energetico Capacitivo-Resistivo) è una tecnologia innovativa capace di agire direttamente dall’interno dei tessuti, diversamente da altre terapie fisiche.

La Tecar sfrutta il calore (termoterapia) per favorire l’incremento dell’afflusso di sangue ai tessuti interessati con vantaggio per la nutrizione e l’ossigenazione delle cellule. Stimola i processi di riparazione e accelera l’allontanamento delle tossine dall’area della lesione.

Il calore viene generato in profondità direttamente all’interno dei tessuti e permette di evitare eccessivi riscaldamenti superficiali, fastidiosi, dolorosi o potenzialmente pericolosi.

Magnetoterapia

Magnetoterapia

La Magnetoterapia è una terapia che sfrutta i campi magnetici a diverse frequenze e genera benefici in particolare per la rigenerazione dei tessuti e l’attività osteogenetica.

Viene prescritta solitamente in caso di:

  • Fratture recenti e ritardi di consolidamento
  • Infiammazioni/ infezioni
  • Ferite cutanee/ ulcere
  • Spasmo muscolare/alterazioni circolatorie
  • Artrosi, reumatismi
Cryo Thermo Shock

Cryo Thermo Shock

Cryo Thermo Shock è un dispositivo terapeutico di ultima generazione a doppia componente: ipertermica – genera calore – e criogenica – sottrae calore fino agli strati profondi. Ciò significa che utilizza il caldo e il freddo separatamente o in sequenza alternata per ottenere un’azione sul tono muscolare, sul flusso sanguigno e sull’ossigenazione e il metabolismo cellulare. Sia caldo che freddo influenzano il sistema nervoso, svolgendo una funzione analgesica.

Entrambe le modalità sono utili in caso di:

  • Stati di infiammazione acuta derivati da qualsiasi tipo di trauma
  • Dolori articolari
  • Dolori muscolari
  • Stiramenti e contratture
  • Contusioni e distorsioni
  • Edemi e borsiti
Ultrasuonoterapia

Ultrasuonoterapia

L’Ultrasuonoterapia prevede l’utilizzo di onde sonore attraverso un macchinario dotato di trasduttore a ultrasuoni: una testina che agisce per contatto diretto con i tessuti o tramite immersione in acqua – in genere quando si trattano le superfici irregolari (mani, piedi, gomiti).

Gli ultrasuoni, penetrando nei tessuti, svolgono azioni meccaniche, termiche e chimiche che favoriscono un’accelerazione del metabolismo cellulare e la conseguente stimolazione della circolazione e del tono neuro-muscolare e vascolare.

Indicato per:

  • Lesioni legamentose
  • Stiramenti muscolari
  • Tendiniti
  • Infiammazioni articolari
  • Borsiti

È controindicato in pazienti con vene varicose, protesi articolari, osteoporosi, neoplasie, tromboflebiti e gravidanza.

Linfodrenaggio

Linfodrenaggio

Il Linfodrenaggio, o drenaggio linfatico manuale, è un particolare tipo di massaggio praticato sui tessuti che manifestano stagnazione di liquido per problemi della circolazione linfatica.

Si effettua dalla periferia verso gli organi interni per aiutare le strutture valvolari del sistema linfatico a svolgere il loro lavoro. È indicato per tutti i tipi di edemi: linfedema, flebedema, lipedema (cellulite).

Non causa dolore ma è controindicato in presenza di un’insufficienza cardiaca, un’infezione locale e una recente trombosi venosa profonda.

Quando il fisioterapista tratta edemi importanti può essere realizzato anche un bendaggio in successione al massaggio linfatico.

Puoi prenotare trattamenti di Fisioterapia e Massoterapia o richiedere informazioni anche da qui.